• Come addestrare un cane al guinzaglio: alcuni consigli pratici

    Parecchi cani risultano essere particolarmente restii al guinzaglio: preferirebbero di gran lunga uscire di casa senza alcuna corda, senza alcun limite si sorta e nel pieno esercizio della loro libertà. Ma sappiamo bene come questi elementi possano rivelarsi rischiosi per la loro incolumità, ed è proprio per questo motivo che col passare del tempo dobbiamo cominciare ad abituarli al guinzaglio.addestrare un cane al guinzaglio

    Come addestrare un cane al guinzaglio, quindi, seguendo solo pochi e pratici step? Come prima cosa offriamo al nostro amico un po’ di cibo ed in quello stesso istante provvediamo ad infilargli collare e guinzaglio: il cane assocerà il cibo al guinzaglio, cominciando così a vedere di buon occhio questa strana corda che lo tiene legato a noi! Per approfondire potete visitare questa lettura http://www.addestrareuncane.it/consigli-addestramento/ .

    Proseguiamo in questo modo solo per i primi tre giorni, dopodiché, intorno al quarto giorno di esperimento provvediamo a camminare per casa con in mano il guinzaglio per il tempo che si renderà necessario affinché il cane non si avvicini a noi: a questo punto avrà fatto amicizia con il suo guinzaglio personale!

    Fatto ciò usciamo pure all’aria aperta lasciando che il cane trascini con sé il guinzaglio, e avendo premura di raccoglierlo solo di tanto in tanto offrendogli la ricompensa per non essersi allontanato senza il nostro permesso. Ogni qualvolta siamo invece noi a segnare la traiettoria dobbiamo impartirgli ordini ben precisi (della serie: “Andiamo!” o “Fermo!”): se Fido seguirà i nostri ordini sarà nostro dovere ricambiargli il favore con un gustoso croccantino!

    E se desideriamo sapere come addestrare un cane affinché non tiri il guinzaglio verso direzioni scelte in totale autonomia, nessun problema! Ogni qualvolta il cucciolo pensa di potersene andare dove gli pare e piace basta svoltare in senso orario la nostra passeggiata cosicché, dovendosi girare, sia costretto a raggiungerci: ripetiamo questa sorta di giravolta fino a che l’animale non avrà capito “chi è che comanda”!

    Published by:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi