• Tecnologia

    Come ottenere il massimo dal proprio smartphone?

    smartphoneSembra impossibile sfuggire a questo ignobile destino: gli smartphone che acquistiamo dopo un po’ di tempo tendono a diminuire l’efficienza delle proprie prestazioni. Sono sempre più lenti e meno prestanti, mentre sul mercato escono modelli sempre più nuovi e aggiornati.

    Il
    tempo di autonomia di uno smartphone è di circa due anni o anche meno. Le prime avvisaglie si manifestano in più modi, dalla lentezza nel compiere le operazioni alla comparsa di problemi di stabilità di errori vari che rendono il cellulare inutilizzabile.

    Malgrado ciò, a prescindere dal modello che si possiede e che non si vuole ancora sostituire, vi sono degli ottimi consigli per velocizzare uno smartphone datato e per farlo “vivere” ancora qualche tempo.

    I consigli riguardano in particolare la batteria, principale responsabile dell’invecchiamento del cellulare. Altri elementi che concorrono a rendere un cellulare poco prestante sono i problemi di memoria, interna e RAM, che tendono a saturarsi per i dati che scarichiamo continuamente.


    Come si può velocizzare un vecchio smartphone per evitare di doverlo sostituire?

    Un primo step può prevedere la rimozione delle applicazioni più pesanti. Sì, perché troppe app installate sul telefono richiedono molta RAM, rallentando il dispositivo. Ogni smartphone vecchio dovrebbe avere un numero ridotto di app nella memoria interna.

    Prima di tutto dobbiamo liberarci delle app che offrono anche un sito Web accessibile via browser come Facebook, Google+, Twitter, Amazon, eBay, lettore feed, nonché ulteriori applicazioni che tendiamo ad utilizzare solo occasionalmente. E’ molto meglio sbarazzarsi di questi “macigni”: in fondo non si tratta di un sacrificio se le performance del proprio smartphone possono essere incrementate. In più, queste applicazioni possono essere sostituite con le versioni web: ciò significa che vi basterà inserire l’apposito url nel browser del dispositivo per accedervi.

    Il secondo step consiste invece nell’utilizzo di un browser più leggero e veloce. Quale scegliere? Quello che abbiamo trovato installato – di default – si rivela spesso la soluzione migliore, ma in certi casi può essere sostituito da un browser ancora più leggero e veloce, come Now Browser.
    Questa scelta vi consente di disporre di un browser che occupa pochissimo spazio in memoria, ed è velocissimo a caricare anche più pagine insieme. Inoltre, garantisce tutte le performance migliori che caratterizzano anche gli altri browser.

    Il terzo step è quello di disattivare le app inutili. Sì, perché molto applicazioni lo sono! Specialmente su Android, queste non possono essere disinstallate senza root e altre mod, rimanendo in memoria e rallentando il nostro smartphone.
    Ma sui dispositivi Android non è affatto complicato disattivare le app che consideriamo inutili e che non vogliamo più tenere nel nostro smartphone: basta soltanto accedere al gestore delle applicazioni, aprire l’applicazione interessata, spuntare la casella “Disattiva” e poi selezionare “Arresto forzato”. In seguito l’app non sarà più avviabile.

    Per chi invece volesse considerare l’ipotesi di acquistare un nuovo smartphone android, la nuova generazione ne promette di formidabili, a prezzi molto vantaggiosi. Basti pensare agli articoli di produzione cinese: parliamo di dispositivi efficienti, che vi consentiranno di sfoggiare il miglior smartphone dual sim godendo di ottime performance ed elevata qualità.
    Non è una spesa che può essere effettuata con leggerezza, ma i costi dei
    dispositivi cinesi sono talmente ridotti da permettere persino a chi non ha una gran disponibilità economica, di possedere un modello d’ultima generazione, che supporta il 4G e persino la presenza di due differenti schede sim, gestibili comodamente tramite un unico smartphone.

    Published by:
  • Casa

    Distacco dall’impianto centralizzato: la prassi da seguire

    condominioLe controversie condominiali sono tra le più diffuse in Italia, e il perchè è probabilmente dovuto al fatto che le norme tese a regolare la convivenza nell’ambito di un condominio non sempre sono chiare o magari sono le stesse persone a non prenderle in seria considerazione. Uno dei temi più dibattuti su questo fronte è quello che riguarda il distacco dall’impianto centralizzato del riscaldamento: ci siamo mai chiesti, infatti, come funzioni questa prassi sempre più richiesta da parte di chi vive in un condominio? Continue reading

    Published by:
  • Fai da te

    Sabbiatura dei metalli: tecniche di pulitura e macchine sabbiatrici

    La sabbiatura è un procedimento utilizzato per la pulitura superficiale di materiali metallici di diversa natura. L’operazione si svolge tramite proiezione di graniglia metallica o sabbia sulla superficie da trattare, allo scopo di eliminare residui di ruggine, tracce di vernice e agenti infestanti che potrebbero aver intaccato la superficie. La sabbiatura si effettua sui metalli, ma anche su marmo, pietre e ceramica. A seconda del manufatto da trattare, la natura della graniglia cambia in funzione della superficie. La sabbiatura su metalli e altri materiali si effettua con delle microsfere di vetro, acciaio o ceramica; con dei granuli plastici; con dei granuli di ghisa e con della graniglia al corindone bianco o rosso (che corrisponde all’ossido di alluminio).  La sabbiatura, in questo caso, consiste nel lambire la superficie con un flusso d’aria e abrasivo (alcune volte, per abbattere le polveri, si utilizza l’acqua, dando così luogo alla cosiddetta idrosabbiatura o sabbiatura umida).  In ambito industriale, si tratta di un procedimento di lavorazione intermedio che consente di effettuare il trattamento successivo con maggiore accuratezza. Il passaggio successivo è, in genere, la verniciatura, che può essere solo estetica oppure anche protettiva. La rugosità della superficie sabbiata è proporziona metalloLa sabbiatura è un procedimento utilizzato per la pulitura superficiale di materiali metallici di diversa natura. L’operazione si svolge tramite proiezione di graniglia metallica o sabbia sulla superficie da trattare, allo scopo di eliminare residui di ruggine, tracce di vernice e agenti infestanti che potrebbero aver intaccato la superficie. La sabbiatura si effettua sui metalli, ma anche su marmo, pietre e ceramica. Continue reading

    Published by:
  • Strategie di guadagno con le opzioni binarie

    denaro strategieLe opzioni binarie, come sappiamo, sono un ottimo strumento per guadagnare, facili da utilizzare, ma richiedono comunque delle tecniche per ottenere un profitto duraturo.

    Ci sono delle strategie di opzioni binarie che possono essere adottate in previsione di profitti molto alti.
    Scegliere delle strategie di trading che diano maggiori introiti è uno dei primi passi da compiere, ovvero osservare ed analizzare le tecniche più utilizzate nelle opzioni binarie. Continue reading

    Published by:
  • Analisi: Come si guadagna sul forex

    guadagno forexIl forex è il più grande e importante mercato finanziario che comporta lo scambio valute. Tutto varia tra il rapporto di due monete e al loro rialzo o ribasso. L’investimento che si fa determina l’apertura di una posizione che si riflette in tendenze e altre situazioni che influenzano l’andamento in un determinato periodo di tempo che decidete voi. E’ importante studiare l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale del forex ma prima di tutto dovete sapere che potete inizialmente contare su alcuni aiuti fondamentali. Ogni piattaforma ha uno stop-loss e un take-profit, cioè dei controllori automatici delle operazioni in corso che vi permettono di non perdere denaro e di gestire al meglio le vostre vincite. Oltre a questo nel forex potete puntare sulla leva, che vi permette di moltiplicare il vostro investimento ma in caso di perdita, sarà sottratto solo il denaro puntato.
    Continue reading

    Published by: