Category Archives: Lavoro

Continua a calare la produzione industriale europea

risparmio-famigliaContinuano a inanellarsi le ultime statistiche economiche relative all’area euro. In particolar modo, la produzione industriale della macro zona di riferimento risulta essere diminuita di -1,6 per cento su base mensile a dicembre rispetto al calo di 1,5 per cento rispetto al mese precedente, coerentemente alle variazioni che sono state valutate in relazione ai dati nazionali. Continue reading

Published by:

Record di auto costruite in Europa

Secondo quanto afferma uno studio condotto da PwC, il vecchio Continente non ha mai costruito così tante automobili come quanto avvenuto nel 2016, che si è chiuso con un livello di produzione di vetture e utilitarie che – stime alla mano – ha raggiunto quota 19,1 milioni di unità, in aumento del 5,7 per cento rispetto a un anno fa. Se al dato di cui sopra si aggiungono camion e bus, si rileva come la soglia dei 20 milioni di veicoli sia stata facilmente raggiunta e superata. Continue reading

Published by:

Digitalizzare i documenti fiscali, un metodo per la pace dei sensi

Dal 2014 è possibile secondo precise regole e norme, digitalizzare i propri documenti fiscali (fatture ecc.), questa scelta sta già coinvolgendo centinaia di aziende e partite Iva. Con la digitalizzazione e la sostituzione del materiale cartaceo con archivi elettronici, si apre una vera e propria rivoluzione che va a interessare Stato e lavoratori.
Da una parte viviamo un incredibile processo di semplificazione, dall’altro un grande passo verso la trasparenza e la semplicità. L’avvento delle tecnologie e del mondo cloud all’interno dei regimi fiscali arriva proprio come una ventata di aria fresca che farà tirare un sospiro di sollievo, sia ai titolari di partita Iva che agli esattori, sempre impegnati tra vecchie fatture e polverose scartoffie. Continue reading

Published by:

Tutte le ultime novità sulle pensioni

hand-588982_960_720Continuano a sommarsi le indiscrezioni sulle novità che dovrebbero riguardare la nuova riforma delle pensioni. Novità che punterebbero ad agevolare la fuoriuscita anticipata di più lavoratori possibile, facendo magari i conti con dei fondi che non sono certamente illimitati.

E così, in tale ambito, negli ultimi giorni pare si sia discusso con particolare impegno della possibilità di introdurre i c.d. “lavoratori precoci”, coloro che hanno iniziato a lavorare tra i 14 e i 18 anni di età, donando loro un bonus contributivo di 4 o 6 mesi l’anno per i primi anni, con l’obiettivo di consentire loro un ritiro anticipato con 41 anni di contributi complessivi. La misura è comunque rivolta ai soli “precoci veri”, con meno di uno o due anni pieni di versamenti negli anni giovanili (altrimenti, è probabile che la platea si allargherebbe in misura considerevole). Continue reading

Published by:

Continuano a calare i fallimenti in Italia

credit-squeeze-522549_960_720Secondo quanto afferma un’analisi condotta da Cribis D&B, società del gruppo Crif, i fallimenti italiani sono in calo durante la prima parte del 2016. I dati del secondo trimestre dell’anno hanno infatti confermato il buon andamento del primo, garantendo così al nostro sistema una buona inversione di tendenza dopo gli ultimi anni che sono stati caratterizzati da un fortissimo incremento delle chiusure aziendali, che ha toccato il picco storico nel corso del 2014. Continue reading

Published by:

Insegnante di scuola guida: come intraprendere la professione

esame guida

Svolgere la professione di insegnante di scuola guida può rivelarsi un’esperienza molto interessante ed affascinante. Il lavoro che svolge l’insegnante di scuola guida non è mai uguale a se stesso, sempre diverso e a stretto contatto con gli allievi dell’autoscuola. Ed è proprio qui, all’interno dell’autoscuola, che l’insegnante di scuola guida svolge il proprio lavoro.

In cosa consiste il lavoro dell’insegnate di scuola guida?


L’insegnante di scuola guida è una figura professionale molto rilevante all’interno dell’autoscuola. Più nel dettaglio, l’insegnante di scuola guida è colui che si occupa della preparazione teorica dell’allievo che dovrà sostenere l’esame per conseguire la patente.

L’insegnante di scuola guida si occupa anche di certificati di abilitazione professionale, di corsi CQC, di recupero punti sulla patente nonché di tutta l’attività didattica dell’autoscuola.


Quali sono i requisiti richiesti?


Chiunque può diventare insegnante di scuola guida ma è necessario essere in possesso di alcuni requisiti previsti dalla Legge. In particolare, gli aspiranti insegnanti di scuola guida devono:
– avere compiuto la
maggiore età;
– essere in possesso di
diploma di scuola media superiore;
– aver frequentato un corso di studi della durata di
5 anni;
– essere in possesso di
patente B;
Infine, l’aspirante insegnante di scuola guida non dovrà aver
riportato condanne penali essere stato dichiarato delinquente abituale.


Corso insegnante scuola guida: tutti i dettagli

I requisiti appena descritti, da soli, non sono sufficienti per diventare insegnante di scuola guida. E’ infatti necessario seguire e frequentare un corso obbligatorio di 145 ore. Il corso è, di norma, istituito e tenuto presso un Centro di Formazione oppure presso un’Autoscuola abilitata.

Oltre al corso, gli aspiranti insegnanti di scuola guida dovranno sostenere l’esame di idoneità all’esercizio della professione.

Lo step finale: l’esame di idoneità


Al termine del corso, l’allievo riceverà un certificato che attesterà la sua frequenza alle lezioni. Minuto di
certificato di frequenza, l’aspirante insegnante di scuola guida potrà sostenere l’esame di idoneità alla professione che è composta da ben tre prove: una prova quiz, una 1° prova teorica e, infine, una 2° prova teorica.

 

Published by: