Category Archives: Benessere

Cibi per sgonfiarsi dopo le feste: ecco quali sono

Diciamoci la verità: abbiamo esagerato durante le festività natalizie, ed ora i pantaloni che tanto amavamo non ci vanno più… né tanto meno quel bellissimo abitino che ci avevano reagalto. Come correre ai ripari? Una dieta rigidissima potrebbe sicuramente aiutarci, proprio come l’andare in palestra.

Eppure, anche un’alimentazione ricca di determinati alimenti potrebbe fare al caso nostro: vediamo, quindi, quali sono gli alimenti che ci permettono di sgonfiarci subito dopo le festività.
Iniziamo con il cocco: questo particolare frutto, infatti, è molto ricco di fibre. Ciò significa che, se consumato con moderazione, ci permetterà di giungere ai pasti senza troppo appetito. Non solo: ci permetterà di fare il pieno di energie.

Anche le mandorle riescono ad assolvere alla stessa funzione della noce di cocco: mangiate come “merendina” permettono di giungere all’ora dei pasti senza un eccessivo appetito.  Altri frutti, tra l’altro, sono ottimi spezzafame e permettono al nostro corpo di non gonfiarsi in modo esagerato: i fichi, ad esempio, fanno parte di questa lista, proprio come il frutto della passione (grazie ai suoi semi e alla sua polpa è un ottimo alimento saziante).

E cosa dire delle lenticchie o dei ribes? Ottimi, facili da preparare e alimenti perfetti per una linea invidiabile.
Amate il pane e non riuscite a farne a meno? Optate per quello integrale: è sicuramente più ricco di fibre rispetto a quello normale, ed ha un ottimo potere saziante.

Infine, vogliamo consigliarvi gli ultimi frutti alleati della linea: la banana riesce a saziarvi in qualsiasi istante, senza appesantirvi e gonfiarvi eccessivamente. Stessa cosa anche poer l’avocado. Tra la verdura, invece, vi consigliamo i piselli e i ceci.

E se proprio non risucite a fare a meno del dolce, potete concedervi un quadrato di cioccolato…rigorosamente fondente! Un ultimo consiglio: se lo amate alla follia, cercate ovviamente di non abusarne, e assaporatelo solo durante la colazione mattutina. In questo modo, avrete tutta la giornata per smaltirlo!

Published by:

Dimagrire con le nuove discipline: ecco gli sport d’autunno

E’ tempo di rimettersi in forma. Già, perchè l’autunno (oltre a quei colori naturali bellissimi) porta con sè la voglia di mostrarsi in modo nuovo, salutare. Ma come fare? Le palestre italiane, proprio in questo periodo, attuano una serie di convenzioni o pacchetti davvero vantaggiosi. Eppure, non tutte le discipline possono attirare la nostra attenzione: ecco quali sono gli sport che troveremo da quest’anno.

Prima di tutto, dovete capire cosa volete provare: qualcosa di più tecnico? leggero? divertente? o impegnativo? Iniziamo con una disciplina che, sicuramente, incuriosirà molte donne: si chiama Clorè Effetto Burlesque, ed è ideale per chi non ama la musica troppo alta, nonostante ami ballare.

In sostanza, si tratta di una lezione che ruota attorno ad una…sedia!Già, attorno ad essa verranno impostati esercizi di body building, pilates, gag e  functional training. Non solo: le semplici coreografie, e la musica soft, vi permetteranno di essere seguite correttamente da un trainer.

Se cominciate da zero, ma volete qualcosa che vi impegni senza strafare, allora vi consigliamo il Pop: si tratta di una disciplina ideata dal guru del country fitness Nicola Rosan. In sostanza, durante la lezione viene utilizzato un elastico  speciale che crea una resistenza chiamata “auxotonica”. Questa aumenta mano a mano che l’elastico si allunga.

Se cercate un modo per migliorare la vostra postura, allora Stirfit fa al caso vostro: in sostanza, mescola esercizi posturali a passi di capoeira, conferendo al corpo armonia e flessibilità. In poche lezioni sentirete quei fastidiosi dolorini scomparire, e vi sentirete la muscolatura più forte.

Infine, se siete allenati e cercate una disciplina che vi lasci senza forze dovete provare The Jungle Body: questa nuova attività promette di farvi bruciare fino a 700 calorie in un’ora di lezione. Si possono scegliere ben 5 classi differenti, in base ai propri gusti. In sostanza, ognuna di esse segue una lezione più ritmata, oppure una caratterizzata da pesi, oppure mescola arti marziali a passi di danza. Ad ogni gusto corrisponde una classe: voi quale disciplina sceglierete per rimettervi in forma?

Published by:

Leggende e Falsi miti: ecco la verità nascosta

falsi mitiQuante volte ci hanno raccontato storie inerenti il corpo che potevano danneggiarci? Si tratta dei cosiddetti “falsi miti”, ovvero storie tramandate che potrebbero arrecare un danno, ma che in realtà non poggiano su nessun tipo di base scientifica. Vediamo quali sono.

Iniziamo proprio da quelli riguardanti le donne in gravidanza: molto spesso, quando le si incontra per strada, si ha l’abitudine di fare un “pronostico” sul sesso del nascituro. Ci si basa, quindi, sulle credenze popolari che ricordano come una pancia alta porti al concepimento di un maschietto, mentre quella bassa di una femminuccia.

In realtà, si tratta solo di leggende portate avanti nel corso degli anni: non esistono basi scientifiche su cui appoggiarsi. La stessa cosa vale anche per le questioni riguardanti l’“orologio biologico”: non è vero, infatti, che solo le donne lo possiedono.

Anche il sesso maschile è caratterizzato da questo tic tac interno: a livello scientifico, l’uomo tende a perdere “potenza” nel liquido seminale nel corso degli anni.

Passiamo, poi, a quei falsi miti “culinari” che da tempo ci portiamo avanti: se mangiamo tante carote, ad esempio, la vista non migliorerà di certo. Forse il nostro corpo ci ringrazierà (le carote donano un senso di sazietà lungo e costante), ma di sicuro non ci riapproprieremo della vista perduta.

Inoltre, smettiamo di tagliarci i capelli sperando che crescano più in fretta: questo falso mito ci accompagna fin dalla più tenera età. In realtà, i capelli crescono sempre allo stesso ritmo, e tagliandoli spesso la situazione non cambierà di certo!

Insomma, i falsi miti ci accompagnano da intere generazioni, e molto spesso siamo stati attenti a seguire i “consigli” dei genitori a fare/non fare determinate azioni (ammettetelo, quante volte vi hanno detto di non incrociare gli occhi perchè potevate restare così? Sappiate che è falso!). Ora, invece, avete una spiegazione scientifica a tranquillizzarvi!

Published by:

Dimagrire in pausa pranzo: ecco cosa mangiare in ufficio

La pausa pranzo è diventata un’ossessione a causa del poco tempo? Magari, a ciò, si aggiunge anche la voglia di perdere qualche kg accumulato durante l’estate. Il risultato finale, quindi, è che preferite passarlo davanti al computer, magari mangiando un panino. Ecco, quindi, alcuni consigli utili per perdere peso mentre lavorate.

Prima di tutto dite addio ai panini imbottiti, e agli stuzzichini mangiucchiati durante le ore di lavoro: la prima regola d’oro è semplice, ovvero eliminare l’eccesso. Bevete, quindi, piccoli sorsi e molto spesso: ricordate che, secondo i nutrizionisti, il nostro corpo ha bisogno di almeno due litri di acqua al giorno.

Dite addio anche agli zuccheri raffinati, ai formaggi (tutti i tipi, anche quelli definiti light), alla pasta e al riso bianco. Via libera, invece, ai legumi, alle verdure, alla quinoa e ai cereali integrali. Questi ultimi hanno un notevole pregio: rilasciano gradualmente il glucosio, e ciò permette di sentirsi sazi ed appagati per molto tempo.

Le verdure, invece, hanno una proprietà unica: drenano perfettamente i liquidi, ed evitano la formazione dell’antiestetica cellulite (questo vale soprattutto per le donne). Infine, i legumi e la quinoa danno il giusto apporto di proteine al nostro corpo, senza per questo introdurre grassi in eccesso.

Infine, attenzione anche al condimento che utilizzate: l’olio extravergine di oliva è perfetto per condire tutti i tipi di piatti. Inoltre, è ricco di acidi grassi che regola il buon umore, e che protegge il cuore. Abbandonate definitivamente l’aceto, e puntate sul limone: quest’ultimo è un grande alleato naturale del corpo, e permette di assimilare meglio, durante i pasti, il ferro.

In definitiva, non avete più scuse per stare fermi davanti al pc: la pausa pranzo, grazie a questi semplici consigli, vi sembrerà meno pesante. Inoltre, in questo modo, affronterete con la pancia piena, e l’umore alle stelle, il lavoro pomeridiano.

Published by:

Fai il pieno di vitamine con i frullati

Benessere

frullatoChe cosa c’è di più estivo, fresco e…piacevole di un frullato? Se poi e anche ricco di vitamine, preziose alleate del tuo benessere psicofisico, e povero si calorie, cosi la linea è al sicuro, puoi concedertelo senza colpa. Anzi, con la sicurezza di guadagnarci in bellezza e, perche no, anche in salute. ma quali “ingredienti”scegliere per le tue ricette da bere?

Tutta la frutta e la verdura e ricca di caroteni (le sostanze che il nostro organismo trasforma in vitamina A). Nei vegetali possiamo inoltre trovare la vitamine del gruppo B (B1, B2, acido folico). Nella scelta del mix da preferire devi quindi focalizzare, innanzitutto, l’obiettivo che ti interessa raggiungere.

Ti senti a corto di energie? Fai il pieno di vitamina B2! More, ribes, mirtili, uva, frullati col latte diventano uno spuntino energetico. E, grazie alla vitamina B2 che contengono, fanno funzionare al meglio il tuo metabolismo.

Pensi gia, preoccupato, a quando dovrai riprendere il solito tran-tran quotidiano e dividerti tra casa lavoro, famiglia? Coraggio! Per affrontare in scioltezza il difficile rientro, fai il pieno di energia! Come? Prova i frullati che contengono buone quantità di vitamina B2. Questo sostanza e indispensabile al metabolismo e permette al nostro organismo di utilizzare al meglio gli alimenti che mangiamo e che devono essere “bruciati” (cioè trasformati chimicamente) per fornirci l’energia di cui abbiamo bisogno. Tutti i giorni ci servono 1,3 mg di B2. Per coprire il fabbisogno, fai una prima colazione con latte o yogurt e cornflakes. E a cena non rinunciare a una fettina di carne magra o a un piatto di pesce. Puoi aggiungere a questi frullati delle proteine in polvere (trovi maggiori informazioni in questo articolo) che ti aiuteranno anche a scolpire i tuoi muscoli.

Ecco quindi le ricette per due frullati davvero super:

FRULLATO COI MIRTILLI:

INGREDIENTI per una persona:

100 g di mirtilli neri

50 g di fragole

50 g di prugne nere

100 g di latte parzialmente scremato.

Sciacqua velocemente i mirtilli neri e le fragole e tamponali con carta da cucina. Lava bene una prugna e tagliala a tocchetti. Riunisci la frutta nel mixer, aggiungi il latte parzialmente scremato e frulla per un paio di minuti. Versa in un bicchiere e bevi!

FRULLATO AL RIBES:

INGREDIENTI per una persona:

100 g di prugne nere

100 g di ribes

50 g di mirtilli neri

100 g di latte parzialmente scremato.

Metti il ribes ed i mirtilli in un colino e sciacquali velocemente sotto il getto del rubinetto. Tamponali con un foglio di carta da cucina e versali nel mixer insieme alle prugne lavate e tagliate a pezzetti e al latte. Aziona per pochi istanti e il frullato è pronto.

Published by:

Buoni propositi? Perdere peso

mettersi a dietaCome quasi ogni anno, il periodo appena dopo la fine delle feste natalizie porta con se, oltre al ritorno al lavoro e l’abbandono dell’atmosfera di festa, anche qualche chilo di troppo: nonostante tutti i buoni propositi infatti è facile lasciarsi un po’ andare quando ci si trova circondati da leccornie di ogni tipo, ed inevitabilmente dopo il dolce di Dicembre, a Gennaio è la bilancia a riservare qualche amara sorpresa.

E’ quindi tempo di rimboccarsi le maniche per rimettersi un po’ in forma: senza dover essere drastici o voler raggiungere obiettivi utopistici facendosi magari prendere dai classici “buoni propositi” per l’anno nuovo, basta scegliere una delle più conosciute diete per dimagrire e seguirla seriamente per poter tornare, senza poi troppi sacrifici, al peso “pre-abbuffate”…e magari cogliere anche l’occasione, se ne avessimo bisogno, per buttare giù qualche ulteriore chilo di troppo.

L’importante è la costanza e la serietà: se, come spesso capita, ci mettiamo a sgarrare pensando che quel dolcetto o quello spuntino in più non facciano poi tanto male perché stiamo seguendo una dieta, siamo sulla via del fallimento; ci vuole applicazione e dedizione, in fondo seguire una dieta è un “sacrificio” che facciamo per la nostra salute e basta applicarsi bene per poche settimane per ottenere ottimi risultati.

Ricordiamoci anche che è inutile stare “a stecchetto”, è molto meglio adottare un metodo che ci permetta di non esagerare con le privazioni e richieda magari un po’ più tempo per arrivare al risultato voluto, piuttosto che mangiare pochissimo per dimagrire in fretta correndo poi il rischio di aumentare nuovamente di peso: un problema molto frequente è infatti che appena finita la dieta, vedendo raggiunto il proprio obiettivo, chi ha scelto un regime troppo restrittivo poi tenda a controbilanciare riprendendo a mangiare in modo poco controllato: cerchiamo quindi di scegliere una dieta che anche una volta conclusa la prima fase di dimagrimento riteniamo di poter seguire senza sentirci “puniti”, in questo modo manterremo il nostro peso forma a lungo!

Published by:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi