Category Archives: Acquisti e vendite

Noleggio stampanti contro acquisto: un caso pratico per valutare cosa conviene

Oggi sempre più clienti, soprattutto aziende, scelgono il noleggio di stampanti invece dell’acquisto. Questo permette di risparmiare sull’investimento iniziale per le macchine (soprattutto se ne occorre più di una) ma offre anche vantaggi pratici, in termini di manutenzione e controllo stampanti, e fiscali (visto che le spese del noleggio fotocopiatrici e macchinari in genere si possono portare in detrazione).

Ma quanto si risparmia con il noleggio stampanti? Identikit del cliente medio

Impresora-Multifunción-OKI-MC573dn-992x594Il risparmio concreto dipende da diversi fattori: modello di stampante, numero di macchine, volumi di stampa, preventivo di noleggio etc.
Prendiamo ad esempio il caso concreto più comune per avere un’idea palpabile e più intuitiva di quanto si possa risparmiare con il noleggio stampanti.
Situazione tipo: stampante b/n di range medio a metà del ciclo di vita che necessita di qualche piccolo intervento di manutenzione (ad esempio comincia a palesare problemi nella qualità della stampa e quindi abbisogna di pulizia per rimuovere la polvere di toner all’interno) ma che ancora non deve essere necessariamente sostituita (le componenti, in primis il tamburo, non risultano usurate). Insomma non parliamo di una stampante compatta di ultima generazione ma neanche di un pezzo di antiquariato da sostituire: ebbene in questo caso se la stampante è stata acquistata bisognerà sostenere dei costi per l’intervento di riparazione e per i pezzi di ricambio nonché attendere il tempo necessario mentre in caso di noleggio della stampante non si subirà alcuna interruzione dell’attività e gli interventi di manutenzione sono inclusi nel contratto di noleggio stampanti.

Multifunzione di ultima generazione e stampanti di seconda mano a noleggio: ecco perché

Quella vista sopra è la situazione tipo più comune in cui si trovano ad esempio molti studi professionali o aziende di medie dimensioni. Agli “estremi” ci sono invece le grandi aziende con un consistente parco macchine e che necessitano di multifunzione di ultima generazione da un lato e i piccoli studi o startup in budget che puntano al risparmio e valutano anche stampanti usate o che addirittura necessitano di fotocopiatrici e stampanti multifunzione solo in determinate occasione. Ebbene anche in queste situazioni opposte il noleggio conferma i suoi vantaggi economici, pratici e fiscali.

Published by:

Farmaci Online: è boom di vendite

Gli Italiani sono sempre più propensi ad acquistare farmaci e medicinali online secondo una recente indagine dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco.

Circa il quattro percento della popolazione, nonché un quarto degli intervistati, ha effettivamente acquistato almeno una volta un prodotto farmaceutico tramite un sito web. Quasi il 75% del campione intervistato è a conoscenza della possibilità di acquistare medicinali online e quasi la metà si è professata favorevole all’acquisto di questi prodotti sul web.

L’indagine dell’Aifa aveva però come scopo principale quello di indagare che tipo di prodotti viene più spesso acquistato online, vista la grande quantità di prodotti illegali e potenzialmente dannosi che girano sul web. Secondo infatti l’Agenzia, che partecipa ad un indagine più ampia a livello europei sulla vendita di farmaci online, il 99% di queste vendite sarebbe in realtà illegale. Le maggiori irregolarità riscontrate sono la mancanza di qualsiasi tipo di principio attivo nel prodotto, quantità di principi attivi diverse da quelle dichiarate oppure quantità e composizione esatta ma con confezioni errate o incomprensibili.

Quali sono i prodotti più ricercati online? La maggioranza dei prodotti acquistati appartiene alla categoria dei prodotti di bellezza e per la cura del corpo, come ad esempio la crema Senup, o i vari e numerosi prodotti dimagranti, seguiti dai prodotti per smettere di fumare, per combattere i dolori cronici e rimedi contro l’influenza. Figurano poco i prodotti per la disfunzione erettile e per l’aumento delle prestazioni sessuali maschili, ma forse è più dovuto all’imbarazzo che ancora prende gli uomini nel dichiarare l’acquisto di certi prodotti.

Esistono anche però portali e siti affidabili da cui è possibile acquistare prodotti regolari: i siti ufficiali delle farmacie, i portali affidabili che offrono i prodotti di marche affermate per esempio. Da diffidare sono spesso quelle offerte di prodotti in offerte che si trovano tramite social network, per cui è più probabile incappare nell’acquisto di prodotti poco affidabili.

In alternativa è possibile recarsi nella farmacia fisica più vicina, magari trovandola grazie a portali come Farmacie-Online che aiutano gli utenti a trovare la farmacia più vicina in base alla propria località.

Published by:

Jeans slim per tutti i gusti e le necessità: ecco perchè sceglierli

Checchè se ne dica i jeans slim rimangono una delle poche e valide alternative per godere di tante cose: della possibilità di vestirsi con un capo di vestiario che è bello da ammirare perchè valorizza le forme del nostro corpo, ma che è al tempo stesso confortevole da avere addosso anche per tutta la giornata, che è economico in fase di acquisto e che riesce ad essere un compromesso ideale per quelle che potrebbero essere le esigenze più diverse nel campo del gentil sesso.

I jeans slim hanno però un grande pregio che li rende tanto famosi: sono in grado di slanciare la silhouette conferendo anche ai fisici più problematici delle forme davvero gradevoli, sinuose e proporzionate. Con un jeans slim addosso, la donna riesce in sostanza a garantirsi un vestito che ne risalti i punti di forza e che ne nasconda quelli di debolezza, e questo accade proprio perchè gli slim sono sufficientemente aderenti per adempiere a questo loro obiettivo!

jeans slimIl tutto, senza mai precludere in alcun modo la libertà di movimento di cui necessitiamo nell’ambito del normale vivere quotidiano, per cui il jeans slim è consigliatissimo sia a donne che lavorano per parecchie ore durante la giornata, sia a donne che devono sbattere a destra e a sinistra coi figli, sia a quelle che possono contare su uno stile di vita un po’ più sedentario e tranquillo. Indipendentemente dai ritmi che ci si ritrova ad affrontare, insomma, questa particolare tipologia di jeans sa essere sempre confortevole da indossare e piacevole da ammirare.

Tra l’altro, oggi giorno, in molti e-commerce che si occupano di abbigliamento donna c’è la possibilità di scegliere tra tanti diversi livelli di scoloritura dei propri jeans slim preferiti. In questo modo ciascuno di noi può scegliersi in tutta libertà il modello che ritiene più adatto ai propri gusti sia sotto il profilo della fantasia, sia per quel che riguarda il colore e i materiali impiegati (anche se sotto quest’ultimo punto di vista in genere non è che si esce mai fuori dal “binomio cotone misto + elastan”).

Con una semplice ricerca in Internet conosceremo tanti negozi attrezzati e tutti a loro modo molto validi per quel che concerne la vendita di jeans slim!

Published by:

Comprare un cucciolo online: consigli prima di acquistare un animale sul web

Acquisti e vendite

cuccioloPrima di procedere all’acquisto di un cucciolo, per favore permetteteci di tentare a convincervi ad adottare un animale e dargli una nuova casa. Ce ne sono molti sui siti di annunci in attesa di avere una nuova famiglia questo Natale. Vorrebbero un po’ di affetto ma magari sono stati sfortunati. Alcuni sono già adulti ma comunque dolci ed educati. Se invece volete assolutamente optare per un cucciolo di razza, ricordatevi che sui siti di annunci vi sono migliaia di offerte anche di privati e potreste risparmiare qualche soldino, ma è bene seguire alcuni consigli. Ecco alcune semplici domande che dovreste porvi prima di impegnarvi nell’acquisto del vostro nuovo amico a quattro zampe. In questo caso davvero non potete abbandonarvi ad un acquisto d’impulso.

  1. Quanto tempo posso dedicare al mio cucciolo?

Tutti i cuccioli hanno bisogno di esercizio fisico, educazione, giochi e interazione con altri cani e persone. Tuttavia diversi cuccioli hanno bisogno di diverse attenzioni. Se avete già diversi impegni che vi occupano un sacco di tempo, un gatto o un cane attivo potrebbe non essere adatto per voi.

  1. Ho spazio in casa per il cucciolo?

Qualsiasi cane che sceglierete dovrebbe essere adatto non solo al vostro stile di vita, ma l’ambiente circostante. Molti sostengono che non siano necessario ma noi riteniamo che i cani di grossa taglia debbano avere a disposizione abitazioni grandi magari con terrazzo o giardino (un alano o un pastore maremmano avranno bisogno di molto più spazio rispetto a un chihuahua o a un carlino).

  1. Ho abbastanza soldi per prendermi cura del mio cucciolo?

Si sa che l’amore non ha prezzo, tuttavia bisogna per forza accettare che nel mondo in cui viviamo ogni cosa ha un costo: le spese per il veterinario, assicurazioni sulla salute (in alcuni stati), corsi di educazione, attrezzature e giochi (ciotole, cucce, lettiere, ecc…), cibo, medicine sono solo alcune delle cose che dovrete pagare nei primi mesi di vita del cucciolo. Ma anche da adulto i costi saranno ingenti e potrebbero pensino aumentare: pensate al costo di un periodo in pensioni per animali se dovreste affrontare un viaggio, magari i servizi di toelettatura se non avrete il tempo di dedicarvi alla cura del pelo, ecc… la lista è infinita e il proprietario deve essere realistico per calcolare queste spese fin dall’inizio.

  1. Posso vedere i cuccioli con la mamma? Quanti sono i cuccioli? I cuccioli sono sverminati?

Anche se acquisto un cucciolo da un privato o a maggior ragione se l’inserzione è quella di un allevatore professionista dovrete porre alcune domande all’inserzionista. Vedere la madre è utile per capire se i cuccioli sono nati in un ambiente naturale e hanno ricevuto le giuste cure materne. Devono passare almeno 8 settimane di vita con la madre ed è vietato per legge allevare più di 5 cucciolate in un anno. Ricordate inoltre che tutti i cuccioli nascono con dei vermi, per questo dopo soli due settimane di vita devono essere sverminati e il trattamento deve essere continuato anche dopo. Inoltre già intorno alle 6-9 settimane di età devono essere vaccinati. Tutte cose da tenere a mente, onde evitare di comprare un cucciolo che potrebbe avere un sacco di problemi.

Published by:

Abbigliamento e Made in Italy

made in italyL’Italia patria della moda e del design ormai ha perso lo scettro a discapito delle maison Francesi ed Americane, che favorite dalla crisi economica del settore hanno effettuato molte acquisizioni di società del bel paese.In particolare i Francesi hanno acquisito alcuni dei marchi più importanti come Ferragano e Bottega Veneta, perdite gravi per il comparto del lusso e del Made in Italy in generale che perde alcune delle sue “creature”, molti economisti si domandano perchè il governo Italiano abbia permesso tele svendita di patrimonio e non si sia posto come garante nel supportare aziende che rappresentavano l’eccellenza dell’abbigliamento Italiano nel mondo.
Da qui si comprendono tante scelte errate degli ultimi governi che si sono succeduti negli anni recenti, inoltre lo stesso scenario si stà ripetendo con un altro comparto fondamentale ovvero quello dell’alimentare, con le multinazionali che stanno acquisendo tante piccole realtà artigianali tipiche della enogastronomia Italiana.
Anche il settore del B2b sta risentendo della crisi delle nostre realtà, infatti anche l’ingrosso abbigliamento bambino è in forte calo suscitando problematiche mai presentate in un comparto che risulta tra i sempre “green” nelle serie storiche degli economisti, inoltre la congiuntura economica in atto non permette alle aziende di investire in ricerca ed innovazione che sono l’unica risorsa disponibile per competere a livello globale.
Tracciando un bilancio possiamo dire che il “made in Italy” è in fase di estinzione (purtroppo) e le politiche economiche non sono riuscite a risollevare un marchio unico che avremmo dovuto difendere e salvaguardare in tutti i modi.

 

Published by: