• In salute grazie agli alimenti detox

    Quante volte avete pensato di iniziare una dieta a ridosso delle vacanze estive? Diciamoci la verità: ogni anno arriviamo un po’ tardi per rimetterci in forma come vorremmo (la pigrizia, in fondo, è comune a tutte le donne!), e per questo ricorriamo ai rimedi last minute. Ma siamo certe che questi trucchetti funzionino correttamente? Noi, al contrario, vi consigliamo di assumere questi alimenti: hanno un grande effetto detox per il corpo, e sono gustosi e naturali.

    Il primo alimento che vi consigliamo è presente in tutte le case: si tratta del limone. Quest’ultimo è ricco di vitamina C e ripulisce in modo naturale il nostro organismo, aiutandolo ad espellere le tossine accumulate. Non solo: ricordatevi di fare il pieno di mirtilli.

    In questo caso è meglio assumere quelli scuri: i mirtilli, infatti, sono ricchi di antiossidanti che combattono in modo attivo i radicali liberi. Inoltre, stimolano il metabolismo e sono molto buoni…è inutile negarlo!

    Anche le barbabietole sono alimenti depurativi: quelle rosse sono ricche di vitamine B3, B6 e C. Non solo: al loro interno troviamo una grande riserva di minerali come il magnesio, lo zinco e il ferro. Infine, permettono al fegato e alla cistifellea di lavorare in modo ordinato. Le barbabietole, proprio per le loro numerose proprietà, sono altamente indicate in una dieta detox.

    Spazio, poi, ai semi di lino: stiamo parlando di un ingrediente naturale davvero ottimo. Di fatto, sono un toccasana per chi si sente spossato e affaticato. Inoltre, i semi di lino alleviano i dolori mestruali, e aiutano l’intestino a lavorare correttamente, fungendo da “emolliente”. Infine, oltre a far digerire, riducono il colesterolo.E per completare la nostra carrellata di alimenti detox vi consigliamo una buona tazza di tè bianco. Già, perchè conosciamo bene le proprietà del tè verde, ma sappiate che quello bianco è ancora più prezioso: oltre a mantenere basso il livello di colesterolo è anche un potente antiossidante. Insomma, pochi alimenti vi permetteranno di tornare in forma in modo naurale e gustoso!

    Published by:
  • Pulizie estive di casa: ecco quelle da fare prima del gran caldo

    Il gran caldo è alle porte, e i vari cicloni africani sono pronti ad attraversare la nostra penisola. Prima di crogiolarci sotto il sole cocente, però, dobbiamo pensare a sistemare la nostra abitazione. Già, perchè se l’estate ci fa venir voglia di rimetterci a nuovo, la stessa cosa va fatta anche per il nostro nido d’amore. Ecco, a questo proposito, alcuni lavori da effettuare prima dell’estate.

    Iniziamo con i piccoli lavoretti: puliamo a fondo i vetri di casa e ripuliamo le persiane. Nel primo caso, abbandoniamo i detergenti chimici che troviamo in commercio (e che ci lasciano tanti aloni): ci basterà utilizzare uno spruzzino contenente acqua e aceto, e dei giornali di carta.

    Per le persiane, invece, puliamole con una scopa e successivamente diamo loro una mano di carta vetrata e olio pagliernino (se sono di legno). In questo modo, e con una sola mano, le riavremo nuovamente forti, vigorose e splendenti come il giorno in cui sono state posizionate.

    Laviamo poi tutte le tende, ma con un’accortezza: quando la lavatrice avrà finito il suo ciclo, non stendiamole all’aria aperta, ma riappendiamole. Eviteremo di stirarle, e le nostre tende si stireranno in modo naturale. Laviamo, poi, tutti i plaid che troviamo in giro, e ritiriamoli in un cassetto: ci serviranno solo per il prossimo inverno, ed è inutile tenerli ancora a portata di mano!

    Infine, passiamo ai lavori più grossi: svuotiamo gli armadi di casa, puliamoli a fondo, e creiamo tre pigne differenti. Una per i vestiti da buttare, una per quelli da regalare e l’ultima per le cose da tenere. In quest’ultimo caso, controlliamo se devono essere nuovamente lavate o solo semplicemente piegate. Infine, dopo aver riordinato il tutto (armatevi di tanta pazienza), riponete all’interno degli armadi dei sacchettini profumati.

    Un ultimo lavoro da fare? Igienizzare i muri: una bella passata di vernice fresca vi farà vedere gli ambienti di casa con occhi assolutamete diversi! Ora siete pronte per godervi la vostra casa profumata…d’estate?

    Published by:
  • Le ricette di Marrabbio: ecco cosa cucinava il papà di Licia

    Quante volte abbiamo cantato a squarciagola le canzoni dei Bee-Hive? In fondo, Kiss Me Licia è stato il cartone di molte generazioni: la travagliata storia d’amore tra i due protagonisti, Mirco e Licia, e l’aggiunta di altri personaggi di contorno divertenti e assurdi. Andrea e il gatto Giuliano, i membri della band, e anche Marrabbio il papà di Licia.

    Marrabbio, oltre che difensore della propria figlia, si è imposto nel cartone come uno dei cuochi più bravi del Giappone. In fondo, davanti alle sue ricette nessuno era in grado di resistere! Ma cosa cucinava con così tanta passione? Finalmente l’arcano è stato svelato: Marrabbio preparava i famosi okonomiyaki.

    Il nome del piatto è davvero impronunciabile, ma questa pietanza è molto ricercata e rinomata sia ad Osaka che ad Hiroshima. Letteralmente significa “come piace a te”, e sulla sua paternità c’è un aspro scontro che dura da anni proprio tra le due città.

    La leggenda narra che l’okonomiyaki sia nato durante la Seconda Guerra Mondiale, quando il riso (l’ingrediente principe della cucina giapponese) scarseggiava in modo evidente. Gli aiuti umanitari, quindi, inviavano ai cittadini e ai soldati il cibo in scatola, e la fantasia doveva riuscire a fare il resto. L’okonomiyaki nasce proprio in questo contesto…sebbene ancora non si sappia con esattezza se sia stato cucinato prima ad Osaka o ad Hiroshima!

    Rimane il fatto che è sempre stata considerata una portata davvero gustosa. Ma di cosa è fatta? L’okonomiyaki è una frittella salata preparata su una piastra rovente, su cui vengono cucinate fettine di foglie di cavolo, farina e uova. Inoltre, in base al gusto personale, possono essere aggiunti ingredienti come carne, formaggio e gamberi.

    Il tutto viene arricchito da una speciale salsa okonomi, maionese giapponese, con fiocchi di alghe verdi e katsobushi (ovvero delle scaglie di bonito che si muovono per via del calore e che regalano un aspetto insolito al piatto).In Italia si può assaporare al ristorante milanese Maido, dove potrete anche mangiare i burger di riso saltati oppure la buonissima zuppa di Miso.

    Published by:
  • Opzioni binarie e forex

    Conviene il mercato del Forex?

    mercato di forexIl mercato Forex si distingue dagli altri mercati, ma la domanda che vogliamo porci è se esso convenga o meno.
    Molte persone sperimentano investimenti dall’esito positivo, ma altre hanno invece avuto esperienze negative nel mercato forex, perché hanno perso il loro capitale nel giro di poche ore o giorni.
    Certamente tutto dipende da come si investe e dalle strategie messe a punto da una buona condotta di trading. La convenienza non ha a che fare soltanto con un aspetto di questo mercato. Continue reading

    Published by:
  • Benessere

    Fai il pieno di vitamine con i frullati

    frullatoChe cosa c’è di più estivo, fresco e…piacevole di un frullato? Se poi e anche ricco di vitamine, preziose alleate del tuo benessere psicofisico, e povero si calorie, cosi la linea è al sicuro, puoi concedertelo senza colpa. Anzi, con la sicurezza di guadagnarci in bellezza e, perche no, anche in salute. ma quali “ingredienti”scegliere per le tue ricette da bere?

    Tutta la frutta e la verdura e ricca di caroteni (le sostanze che il nostro organismo trasforma in vitamina A). Nei vegetali possiamo inoltre trovare la vitamine del gruppo B (B1, B2, acido folico). Nella scelta del mix da preferire devi quindi focalizzare, innanzitutto, l’obiettivo che ti interessa raggiungere.

    Ti senti a corto di energie? Fai il pieno di vitamina B2! More, ribes, mirtili, uva, frullati col latte diventano uno spuntino energetico. E, grazie alla vitamina B2 che contengono, fanno funzionare al meglio il tuo metabolismo.

    Pensi gia, preoccupato, a quando dovrai riprendere il solito tran-tran quotidiano e dividerti tra casa lavoro, famiglia? Coraggio! Per affrontare in scioltezza il difficile rientro, fai il pieno di energia! Come? Prova i frullati che contengono buone quantità di vitamina B2. Questo sostanza e indispensabile al metabolismo e permette al nostro organismo di utilizzare al meglio gli alimenti che mangiamo e che devono essere “bruciati” (cioè trasformati chimicamente) per fornirci l’energia di cui abbiamo bisogno. Tutti i giorni ci servono 1,3 mg di B2. Per coprire il fabbisogno, fai una prima colazione con latte o yogurt e cornflakes. E a cena non rinunciare a una fettina di carne magra o a un piatto di pesce. Puoi aggiungere a questi frullati delle proteine in polvere (trovi maggiori informazioni in questo articolo) che ti aiuteranno anche a scolpire i tuoi muscoli.

    Ecco quindi le ricette per due frullati davvero super:

    FRULLATO COI MIRTILLI:

    INGREDIENTI per una persona:

    100 g di mirtilli neri

    50 g di fragole

    50 g di prugne nere

    100 g di latte parzialmente scremato.

    Sciacqua velocemente i mirtilli neri e le fragole e tamponali con carta da cucina. Lava bene una prugna e tagliala a tocchetti. Riunisci la frutta nel mixer, aggiungi il latte parzialmente scremato e frulla per un paio di minuti. Versa in un bicchiere e bevi!

    FRULLATO AL RIBES:

    INGREDIENTI per una persona:

    100 g di prugne nere

    100 g di ribes

    50 g di mirtilli neri

    100 g di latte parzialmente scremato.

    Metti il ribes ed i mirtilli in un colino e sciacquali velocemente sotto il getto del rubinetto. Tamponali con un foglio di carta da cucina e versali nel mixer insieme alle prugne lavate e tagliate a pezzetti e al latte. Aziona per pochi istanti e il frullato è pronto.

    Published by:
  • Bucato green e low cost: ecco come farlo

    Il bucato è sempre una sfida. Non solo per la mole di lavoro che comporta successivamente (ovvero stirare pigne e pigne di panni), ma anche per il notevole esborso economico tra detersivi, acqua e corrente. Eppure, è facile fare un bucato green e soprattutto low cost. Vediamo insieme come!

    Prima di tutto, tenete conto dell’acqua: avete capito bene. L’acqua è di fondamentale importanza… e non solo per la vita quotidiana in casa! Di fatto, non è indispensabile puntare la lavatrice sulle temperature massime. Già a 40 gradi i vostri capi saranno puliti, igienizzati e profumati.

    Passiamo, ora, ai detersivi. Diciamoci la verità: abbiamo lo scaffale pieno di prodotti di marca e soprattutto molto costosi. In realtà, per una pulizia semplice, green  e low cost vi bastano davvero pochi ingredienti: aceto bianco, acito citrico, bicarbonato, olii essenziali e sapone di Marsiglia.

    Il sapone di Marsiglia è un potente alleato naturale: ha una forte azione sgrassante, ed ha anche molte  proprietà antisettiche. Tuttavia, è bene fare attenzione ad una sola indicazione: quando lo acquistate controllate il suo INCI. Il sapone di Marsiglia, per essere naturale, deve contenere olio d’oliva (Sodium Olivate) e non grassi sostitutivi.

    Potete, per risparmiare, comprare un panetto intero, e grattugiarlo quando vi serve. In alternativa, potete comprare quello in scaglie, ed aggiungerlo direttamente al cestello.

    Il bicarbonato, poi, è un ottimo alleato. Oltre ad essere economico, è anche facile da reperire e in grado di sconfiggere anche le macchie più ostinate. Per le sue prorpietà antibatteriche, igienizzanti e anti-odore è ottimo per lavare capi mediamente sporchi.Vi serve un lavaggio più deciso? Non aumentate la temperatura, ma inserite all’interno del cestello delle palline da tennis. Già, forse questo piccolo trucco vi sarà sfuggito: le palline, combinate insieme alla potenza della lavatrice, hanno un’azione districante unica, e permettono di sfregare i tessuti in modo naturale ed economico.  Senza dover provvedere, quindi, ad aumentare le temperature oppure il dosaggio del detersivo.Non vi resta che sperimentare questi piccoli trucchi, e godervi il vostro evidente risparmio economico!

    Published by: